L'IMPORTANZA DEL GIUSTO APPORTO DI AZOTO NELLA CONCIMAZIONE PRIMAVERILE


23/04/2018 Categoria: Blog

Ciao,

oggi prenderemo in considerazione la concimazione primaverile del prato, andando ad analizzare l'elemento fertilizzante fondamentale in questo particolare periodo dell'anno: l’AZOTO.

L'azoto va ad incrementare il contenuto di clorofilla inducendo una colorazione verde intenso del prato, inoltre stimola la moltiplicazione cellulare ossia la formazione di nuovi germogli, cosa molto positiva in primavera essendo che il prato è stato messo a dura prova nel periodo invernale a causa degli stress termici patiti.

Facciamo molta attenzione, però, a non eccedere con l’azoto, perché andremo a stimolare più la produzione di foglie che la clorofilla, ottenendo quindi la reazione contraria da quella desiderata: perdita di colore.

Vediamo qui di seguito alcune conseguenze della sovrabbondanza di azoto:

  • Crescita eccessiva del prato con conseguente richiesta di tagli frequenti e perdita di colore.

  • Sviluppo anomalo delle foglie superiori con conseguente ombreggiamento delle foglie inferiori ed ingiallimento di queste ultime.

  • Aumento del volume cellulare della foglia ed un relativo un assottigliamento delle pareti della stessa; tradotto: pianta più debole nei confronti di stress termici, idrici e malattie.


Vediamo un ulteriore aspetto dell'abuso dell'azoto: la fotosintesi, stimolata da giusto apporto di azoto, produce gli zuccheri di cui ne beneficiano le radici, il colletto, gli stoloni, i rizomi; in pratica tutti i tessuti vegetali della pianta. Nel momento in cui andremo ad esagerare con l’azoto provocando una crescita fogliare esagerata, questa andrà a consumare gli zuccheri, bruciando le scorte, e privando in maniera pericolosa le radici del principale elemento nutritivo. Pertanto troppo azoto va a compromettere le radici del tuo prato.

Conclusioni: evitiamo l’utilizzo di concimi con abbondante azoto a pronto effetto ed evitiamo i concimi agricoli (il prato non ha le stesse esigenze del pomodoro!) ma cerchiamo di preferire concimi specifici per il prato che abbiano una forma di controllo del rilascio dell’azoto.

A tale scopo Giardineggiando vi consiglia: K-GREEN FAST 26.5.11, il concime primaverile 100% lento rilascio della frazione azotata, che andrà a garantire il giusto apporto di nutrimenti al tuo prato per circa 2-3 mesi; K-GREEN FAST 26.5.11 grazie al completo controllo del rilascio dell’azoto riduce al minimo la perdita di prodotto per dilavamento, evitando sprechi e inquinamento.


Cosa aspetti, inizia a
Giardineggiare!

 


Condividi: