SEMINARE UN PRATO DA FARE INVIDIA AL VICINO


22/07/2019 Categoria: Consigli dall'esperto

Come seminare un prato?

È una delle domande più frequenti che i nostri clienti ci rivolgono.
Sfatiamo un luogo comune: per avere un prato bello e resistente non esiste un unico fattore determinante, è altresì la somma di tutta una serie di azioni che abbiamo riassunto di seguito e che vogliamo condividere.


DISERBARE LE ERBACCE

Per effettuare una buona semina è necessario ripulire il terreno dalle infestanti attraverso un’operazione di diserbo. Nel caso in cui stiate per effettuare una semina primaverile un solo diserbo potrebbe non bastare per questo vi rimandiamo al nostro articolo sulla “falsa semina” .
Quando le infestanti si saranno seccate procederemo alla rimozione dei residui ed alla lavorazione del terreno.

PREPARAZIONE DEL LETTO DI SEMINA

Successivamente si procederà dissodare il terreno con una erpicatura o una vangatura per una profondità di almeno 25 cm e successivamente a fresarlo. In questa fase è molto utile ridare fertilità al terreno distribuendo un concime con base organica che può essere di tipo granulare (BIO ORGANIK) o liquido (BIO-N).
Se la composizione del fondo è molto argillosa consigliamo vivamente di apportare della sabbia silicea di fiume lavata e vagliata, da miscelare al terreno nei primi 10/12 cm per mezzo della fresatura. Questa operazione migliorerà in maniera sensibile il drenaggio del prato, riducendo il ristagno idrico e la formazione di muschio.


SCEGLIERE LE SEMENTI

La scelta delle sementi è un elemento chiave della riuscita del prato.
Sarà importante considerare in questa fase la collocazione geografica, l’esposizione alla luce solare, la tipologia di risultato che si desidera ricavare in termini estetici di colorazione e densità, il livello di resistenza al calpestio.
All’interno del nostro shop online è presente una gamma completa di sementi in grado di coprire tutte le necessità.
Se sei in difficoltà nel trovare le giuste sementi non indugiare a contattarci per chiedere un consiglio.


DISTRIBUIRE IL SEME E COPRIRE CON TERRICCIO PER PRATO

La semina avviene spargendo attraverso seminatrici meccaniche o a mano i semi rispettando la quantità consigliata per area da coprire.
Terminata questa fase è consigliabile coprire la superficie con uno strato di 4/5 mm di terriccio per prato composto da sabbia e torba, per favorire una germinazione rapida e uniforme del seme (vedi il nostro articolo “l’importanza del terriccio nelle semine e nelle trasemina").


CONCIMAZIONE DI SEMINA
A questo punto è importante realizzare una concimazione ad alto tenore di fosforo che aiuterà il prato nelle fasi di germinazione e crescita. Questa fase è importantissima e nello shop di Giardineggiando trovate il concime K-GREEN STARTER specifico per semine e trasemine.


MANTENERE UMIDO
Si renderà ora necessario mantenere umido il terreno fino alla germinazione completa che dovrebbe avvenire di norma nell’arco di 1-2 settimane (molto dipende dal tipo di seme utilizzato). Un errore comune è pensare che una sola irrigazione abbondante al giorno sia sufficiente per far nascere l’erba. In realtà è preferibile effettuare brevi irrigazione ma regolari durante il giorno soprattutto in primavera! A tale proposito vi invitiamo a leggere il nostro articolo relativo all'irrigazione


IL PRIMO TAGLIO E LA CONCIMAZIONE FINALE

Al raggiungimento dei 10 cm (dopo 4-6 settimane circa), procederemo con il primo taglio, asportando circa 1/3 dell’altezza (fate attenzione che la lama del rasaerba sia bel affillata!) e procederemo con una concimazione di supporto grazie a fertilizzanti ricchi di macro e micro elementi a lenta cessione. Per questa operazione consigliamo i seguenti concimi K-GREEN PRE-STRESS 13.5.26 o K-GREEN UP 14.16.


Queste in base alla nostra esperienza sono le regole auree che vi permetteranno di realizzare un giardino resistente e in grado di soddisfare anche le aspettative più esigenti!




Condividi: